Login

Non Sei Registrato ? Procedi alla Registrazione oppure Inserisci Nome Utente e Password

or

Signup for free

Use Facebook or an email

or
By signing up you agree to the Terms & Conditions and Privacy & Policy

Reset password

Enter email to reset password

Already have account? Login
Dont have account? Signup
×

Ricerca Artista

ANGELO VETTURINI

ANGELO VETTURINI

Scrittori


Professione

SCRITTORE


Contatti Principali

054674507

347-2739924

lettere@angelovetturini.it


Studio

Piazza Caterina Sforza, 5 Riolo Terme (RA)


Segui Artista


| Casa Editrice Editrice La Mandragora

Raccolta di 50 poesie
Essendo allergico all’incenso d’autore, e non volendo disturbare un amico, ho deciso d’introdurre di persona la presente raccolta di poesie, riesumata da un quaderno d’altri tempi e rinverdita alla luce letteraria degli ultimi trent’anni.
Un filo conduttore, se lo si vuole percepire, può evocare il pessimismo romantico. Ciò non significa, tuttavia, che io sia un pessimista; anzi, con il trascorrere degli anni, ho diluito il giovanile umor nero nella riflessione che è vitale sperare e nel contempo adoprarsi in positivo: l’epigrafe che ho scelta ne è la prova. La ragione di righe così spesso tormentate, dunque, risiede nella mera circostanza che negli attimi lieti la vena mi abbandona. Il mio lato romantico, al contrario, è un difetto congenito, che si è andato sviluppando alla ricerca di lineamenti stilistici il più possibile inconsueti, da riferirsi comunque a uno scrittore che si ritiene uno studente perenne. Soggiungo, per amor di completezza, che alcuni titoli individuano i luoghi in cui le poesie vennero scritte approfittando degli attimi di tregua nelle mie scorribande in Medioriente.
Il motivo della pubblicazione di queste pagine, infine, è da un lato la volontà di affrontare un genere letterario che non ha precedenti nel mio curriculum di penna, quasi ad ornare le trascorse esperienze di narrativa e di saggistica – il che profuma un poco di narciso –, dall’altro il desiderio di porgere ai miei affetti qualcosa che leggeranno, questa volta, chissà, in virtù della snellezza del volume. È a loro che lo dedico.
Il pensiero più grande va a mia moglie, per avere emotivamente interpretato, con un tocco da invidia, i miei poveri versi.

Riconoscimenti
Premio del Consolato Generale dell’Ecuador a Milano 2011

- Finalista del Premio “Massa, città fiabesca di mare e di marmo” 2011

- Finalista del Premio “Vladimir Nabokov” 2011.

OPERE E LAVORI SIMILI ESEGUITI DAI VARI ARTISTI ISCRITTI AL SERVIZIO "STESSA TECNICA/GENERE" .. .