Login

Non Sei Registrato ? Procedi alla Registrazione oppure Inserisci Nome Utente e Password

or

Signup for free

Use Facebook or an email

or
By signing up you agree to the Terms & Conditions and Privacy & Policy

Reset password

Enter email to reset password

Already have account? Login
Dont have account? Signup
×

Ricerca Artista

Marino De Rosas

Marino De Rosas

Musicisti

Genere


Professione

99999


Contatti Principali

-

meridies@tiscali.it


Studio

Via -------, ----- Olbia (OT)


Segui Artista


 

MARINO DE ROSAS è nato in Gallura, nel Nord Est dell'Isola di Sardegna.

All'età di 14 anni si fa regalare una chitarra e, aiutato da suo padre, fotografo e appassionato di musica, ne impara i primi rudimenti.

Nel 1962 forma un quartetto, "THE DEVILS", che esegue musiche degli Shadows, Ventures, Champs e Beatles.

Nel 1965 si trasferisce a Milano, firma un contratto discografico con la Southern Music e, cambiato il nome del gruppo in "I PELATI", cosi chiamati poiché letteralmente "rapati a zero", incide, sotto etichetta "S-Giovane", il primo 45 giri contenente i brani Pepe e Miele e Brunedda, quest'ultimo cantato in lingua gallurese e ispirato a musiche tradizionali sarde.

Dopo l'uscita di un secondo 45 giri (I ragazzi di via Paal/ Oh Giorgio) e alcune apparizioni alla TV Nazionale e Svizzera, il gruppo partecipa al film "Per un pugno di canzoni" e prende parte, insieme al complesso I NOMADI, alla tournée italiana del cantante francese ADAMO. I Pelati, nel corso dell’elezione di Lady Europa, a Cortina, ricevono l’Oscar come miglior complesso d'Europa e, a Salsomaggiore, l'Oscar dell'anticonformismo.

In seguito I Pelati cambiano nome in "COLOURS", fanno ricrescere i capelli e firmano un nuovo contratto con la RI-FI Record che pubblica due 45 giri (Detroit City/Con un sorriso, Hush/Anniversario dell'amore).

Sono i primi del 1969 quando finisce l'avventura milanese. Infatti Marino De Rosas esce dal gruppo e si ristabilisce definitivamente in Gallura.

Non abbandona però la sua chitarra, una Stratocaster ’64, alla quale continua a dedicare il suo tempo libero.

Nel 1970 inizia un nuovo capitolo nel quale De Rosas, coltiva lo studio della chitarra acustica sperimentando, da autodidatta, brani di musica classica e tecniche di flamenco e fingerpicking.

Facendo uso di varie accordature aperte, si dedica alla composizione di brani originali, traendo ispirazione dalla musica popolare sarda e documentandosi approfonditamente sulle sue più significative espressioni.

Con il gruppo "The Devils-I Pelati-Colours"

  • Nel 1962 forma il quartetto "The Devils" che esegue cover degli Shadow, Champs e dei Beatles.
  • Nel 1965, trasferitosi a Milano, cambia casa discografica (la Southern Music) e cambia anche il nome del gruppo in "I Pelati" essendo i membri del gruppo "rasati a zero", e con l'etichetta S-Giovane incidono il 1° 45 giri (in lingua gallurese) di cover di brani dei Pepe e Miele e Brunetta.
  • Dopo il 2° 45 giri e diverse apparizioni nelle TV svizzere, Marino De Rosas fa la comparsa nel film "Per un pugno di canzoni" ed insieme ai Nomadi partecipano alla tournée di Adamo.
  • "I Pelati" (dopo che si sono fatti ricrescere i capelli) cambiano di nuovo nome in "Colours" e cambiano di nuovo casa discografica (la Ri-Fi Record) con la quale pubblicano 2 45 giri.

Da solista

  • Nel 1969 Marino De Rosas abbandona il gruppo per una carriera da solista.
  • Da solista, dal 1970 in poi, messa da parte la chitarra elettrica, una Stratocaster '64, sarà una lunga carriera di chitarrista acustico e compositore delle sue musiche, spesso ispirate alla sua terra, come in "Cannonau" (album "Meridies" prodotto da Andrea Parodi e pubblicato da Amiata Records) [con musica (ispirata alle danze della Gallura) in 12/8] dove l'introduzione è lasciata ad una performance di mammuthones, segue la musica della sua chitarra, a sfondo allegro.

Gli arpeggi ed i virtuosismi delle sue canzoni lasciano il segno.


OPERE E LAVORI PUBBLICATI DALL' ARTISTA .. .